Passa ai contenuti principali

Zucca alla contadina.

Zucca alla  contadina ( ricetta dedicata a mio nonno)
Ecco una ricetta veloce e gustosa. Grazie alla sua’ semplicità di esecuzione, al profumo,gusto e colore, sono certa che piacerà a tantissimi, soprattutto a chi ama la zucca. Servita come contorno  si sposa benissimo con tante pietanze.Sulle bruschette o tiepida e' fantastica
zucca

Zucca alla  contadina

Mio nonno Antonio ci aggiungeva anche una spruzzatina di aceto bianco.che ci sta benissimo. Beh dire che questa ricetta mi riporta a lui con i ricordi e' vero.
Amava questo piatto e spesso lo faceva. Per lui era un rito preparare la zucca e per me che ero una bimba la cosa mi sembrava magica. Vedere quella polpa con tutti quei semini e i filamenti, i suoi racconti mentre la puliva, di come nasceva, di quanto fossero preziosi i suoi semi. Ma poi faceva un profumo.........Sono immagini che restano e non sbiadiscono mai.
Ma ora bando alle ciance vediamo i pochi ingredienti che ci servono.

                        Ingredienti per 2 persone
  • 300 g di zucca mondata da buccia e semi
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 cucchiai di olio evo
  • sale qb
  • pepe qb
  • prezzemolo tritato  qb
  • 1 peperoncino piccante
  • origano qb
                          Procedimento
  •  Dopo averla sbucciata, tagliate la zucca a fettine di circa 2 cm di spessore e riducetela a tocchetti di media grandezza, eliminando la buccia e i semi.
  • Ponete in un tegame l’olio con l’aglio e il peperoncino e fateli imbiondire.
  • Unitevi poi la zucca e lasciate insaporire per qualche minuto a fiamma media.
  • Aggiungetevi un bicchiere di brodo o acqua, portate a bollore e abbassate la fiamma. Coprite e fate cuocere fino a che non diventa morbida. Se vi e’ bisogno aggiungete un po’ di sale e del brodo.
  • Unitevi poi una bella manciatina di prezzemolo fresco tritato, una spolverata di pepe e  di origano.  Servite con bruschette o come contorno.
4 matti in cucina
                                                        Grazie per aver letto la ricetta


Commenti

Post popolari in questo blog

Paccheri al forno con funghi e salsiccia

Paccheri al forno con funghi e salsiccia. La pasta al forno e' quella ricetta che spesso si fa la domenica,quando tutta la famiglia e amici si riuniscono.Ma non serve aspettare quel giorno per gustare questo fantastico piatto. Ricco, con il profumo inconfondibile dei porcini, gustosissimo, cremoso, grazie alla presenza della besciamella che abbraccia e unisce tutti gli ingredienti. Ma poi, la classica crosticina che solo a guardarla ti fa venire l'acquolina. Come si fa a resistere a tale goduria e' praticamente impossibile.. Bene ora pero' vediamo la ricetta
Paccheri al forno con funghi e salsiccia  Ho scelto come formato di pasta  dei buonissimi paccheri di  semola di grano duro, ma la ricetta non  e’ vincolante. A  voi la scelta tra i tanti tipi  di pasta corta esistenti. Ingredienti per 4 persone 300 g di paccheri350 g di salsicce400 g di shampignon puliti200 g di porcini (anche congelati)300 ml di besciamella  (anche gia’ pronta)Per fare la besciamella vi rimando alla…

Frappe o chiacchiere di carnevale

Frappe o chiacchiere di carnevale. Ormai il carnevale è alle porte e in molte case si sentirà il profumo dolce della frittura. Tra castagnole e le chiacchiere beh la lotta nella scelta e' dura. Ma perchè non mangiarle entrambe? Poi magari dopo le feste penseremo ala fatidica dieta. Ora però voglio presentarvi queste delizie. Vi consiglio di farne tantissime perchè andranno a ruba



          Ingredienti 300 g di farina 00 10 % di proteine100 g di uovo30 g di strutto o burro3 cucchiai di anice – 2 cucchiai di vino frizzante (totale dei liquidi 30 g )50 g di zucchero a velo1 pizzico di sale1 scorza di limone grattugiata finementesemi di una bacca di vaniglia (oppure 1 bustina di vanillina )1 puntina di un cucchiaino di lievito (5 g)olio di semi di arachidi per friggere Procedimento

         Potete utilizzare volendo anche una impastatrice
Ponete la farina su una spianatoia e fatevi un buco al centro. Versatevi le uova, lo zucchero.lo strutto, un pizzico di sale,il liquore e il vino…

Zuppa di lenticchie nere beluga

Mai sentito parlare di queste  meravigliose lenticchie? Le nere beluga? Questo legume e' estremamente versatile e la sua caratteristica e’ quella di contenere  pochissimi grassi.

Queste lenticchie non hanno bisogno di riposo in acqua. Si cuociono in pochi minuti

e sono buonissime in insalata o come contorno.

Quella che vi propongo invece e’ una zuppa vegetariana, gustosa con poche calorie.

da consumare sia calda che fredda.

Per saperne di più delle nostre lenticchie nere beluga questo e’ l’indirizzo

La conoscenza dei vari prodotti rende la nostra alimentazione più varia e ricca.

I legumi in particolare sono preziosi per il nostro organismo e di varietà ve ne sono

a iosa. Una dieta bilanciata povera di grassi non solo ferma l’ago della bilancia,

ma fortifica l’organismo anche dei nostri figli.

Ingredienti per 4 persone
150 g di lenticchie nere4 cucchiai di olio evo1 spicchio di aglio a cui avrete tolto l’anima50 g di sedano50 g di cipolle50 g di carote4 pomodoriniprezzemolo…

Spezzatino in umido con polenta bramata

Spezzatino in umido con polenta bramata
Eccomi qui' a mostrarvi un piatto che  amo tantissimo. Mi da la sensazione di caldo, di montagna. Beh ok il fascino della baita e della montagna, della neve ecc,ecc ma se lo spezzatino non e' buono, perche' e' stopposo, poco saporito ecc, ecc la magia sparisce. Ma quali sono i segreti di un ottimo spezzatino? 
Spezzatino in umido con polentaVoglio dirvi subito i miei punti di vista in merito prima di darvi la ricetta. Quando si tratta di un piatto simile non bisogna pensare alla dieta. La carne deve avere il suo bel grassettino, per evitare che durante la cottura diventi appunto  stopposa e non  vi è  cosa piu' spiacevole che dover masticare per diversi minuti il boccone prima di riuscire a ingoiarlo con un bel bicchierone di acqua. Un occhio in piu' anche per il vino. Deve essere bello corposo, con una ottima gradazione. Non utilizzate quello che si trova nei bric troppo economici che di vino hanno solo il nome.  Anche i…

Chiacchiere di Iginio Massari

Questa e' una ricetta che ho voluto assolutamente provare. Avevo voglia di fare delle chiacchiere di un grande pasticcere e  parlando con  la mia più cara  amica e collega d'avventura Sandra che anche lei  ha un blog l'officina delle ricette , mi mostra queste fantastiche chiacchiere postate su un altro blog di Sabrina " il ricettario di sabrina"  anche lei  una mia carissima amica    ( vi  consiglio di andare a dare una sbirciatina ad entrambi, sono davvero interessanti e ricchi di ricette. Per entrarci cliccate sui nomi dei blog) e ho subito pensato "questa fa per me" Detto fatto!😄Mi sono divertita tantissimo a "pastrocchiare". Risultato?
Friabili, gonfie, asciutte, buonissime,bellissime  e semplici da fare... Cosa si vuole di più da una chiacchiera.
Naturalmente contano i piccoli accorgimenti e consigli per ottenere  un eccellente risultato ...Quindi e' cosa buona e giusta seguire attentamente tutti i passaggi senza tralasciare l'imp…

Uova in purgatorio (ova ‘mpriatorio).. quasi in paradiso

Uova in purgatorio (ova ‘mpriatorio) Altro piatto napoletano povero,  dal gusto deciso e dalla semplicità unica, anche un po’ misterioso. Beh! diciamo che le uova ‘a zuppa’ o in purgatorio e’una ricetta antica, contadina, con una storia che sa di favola, leggenda,  legata alla grande cultura religiosa che e’ presente a Napoli. Uova in purgatorio (ova'mpriatorio)Fantasiosamente, possiamo vedere queste anime del purgatorio che vengono rappresentate dall’albume, che tentano di fuggire dal fuoco del purgatorio, rappresentato dal colore rosso del pomodoro. A Napoli tutto e’ poesia e anche un semplice piatto diventa un quadro. Pochi ingredienti per ricreare la storia di affreschi, raffiguranti il purgatorio presenti in molte cappelle. Questa ricetta pero’ e’ un po’ più ricca. Non solo vi e’ una spolverata di parmigiano, accoglie anche molto bene delle sottili fettine di provola affumicata, che io amo particolarmente. Fanno capolino anche l’origano e il pepe. Si insomma un purgatorio ch…

Zuppa di fagioli, cannellini e borlotti

Zuppa di fagioli  cannelini e borlotti.  Beh con queste giornate fredde e’ l’idealeper riscaldarci. Ha quel profumo che subito riporta alle baite in montagna.Amo quell’atmosfera.Questa e’ la ricetta con i fagioli secchi  ma se non avete tempo potrete utilizzare anche quelli in barattolo. Scegliete in questo caso un prodottodi alta qualità. Io personalmente preferisco quelli in vetro. Ingredienti  per 4 persone 150 g di borlotti secchi o 1 barattolo di quelli confezionati 150 g di fagioli cannellini secchi o 2 barattoli di quelli confezionati 1 costina di sedano 2 cipolle piccole 1 carota 5 cucchiai di olio evo 4 pomodorini 1 spicchio di aglio- 1 foglia di salvia, un pezzetto di rosmarino origano-sale-pepe-peperoncino (facoltativo) brodo vegetali Parmigiano -pancetta a cubetti (facoltativo) pane abbrustolito                                  Procedimento
Ponete in ammollo i fagioli per circa 12 ore. Se utilizzate quelli in barattolo invecescolateli e sciacquateli. Quindi mettete quelli…

Composta di fragole

Composta di fragole Finalmente sono arrivate le fragole e io le amo in tutti i modi, dolci o salate, con l'aceto balsamico, nelle insalate, con la cioccolata, se fosse possibile anche nel caffè. Visto che ne mangio abbastanza voglio proporvi delle ricettine niente male, soprattutto facilissime da fare. In un'altra ricetta sono in compagnia del mango. Se vi va potete cliccare su questo indirizzo  per leggerla. Vi troverete anche tutte le notizie nutrizionali di questo fantastico falso frutto.
                                      Ma ora andiamo alla ricetta  per la composta di fragole.
500 g di fragole già lavate e mondate1 cucchiai di succo di arancia1 cucchiaio di succo di limone30 g di zucchero2 spicchi di mela grattugiata con la buccia Prima di iniziare vorrei fare una premessa. Le composte possono non contenere  zucchero, sono cremose e non presentano pezzi. In questo però amando la consistenza del frutto ne ho lasciato  giusto qualche pezzetto. A voi la scelta naturalment…

Ciambella di zucca con noci e amaretti

Ciambella di zucca con noci e amaretti. 
L'autunno, con i suoi profumi, i suoi colori.. E' forse l'unica stagione che scandisce un po' i periodi. Gli alberi si spogliano e le strade si riempiono di foglie color oro e bronzo. ciambella di zucca con noci e amarettiLe giornate si accorciano e spesso il sole, lascia il posto alla pioggia. Per me l'autunno e' la stagione più romantica e d'ispirazione per creare piatti dai toni caldi e romantici. Ciambella di zucca con noci e amaretti Questa che vi propongo e' una ciambella di zucca che amo particolarmente. Forse perchè ho provato e riprovato a bilanciare tutti gli ingredienti per renderla mia, per far godere ad ogni morso, il gusto degli amaretti e della zucca, che si sposano magnificamente  alle noci e al profumo degli agrumi. Morbidissima anche per giorni, il colore interno e' quello del'autunno. Sfumature aranciate della zucca e del bronzo tipico delle noci e degli amaretti sbriciolati.             …

Migliaccio napoletano

Migliaccio napoletano Un dolce partenopeo che mi riporta come molte ricette all'infanzia.  Al folclore di un popolo cordiale e caloroso, ai vicoli pittoreschi e unici. Al grande Totò che rappresenta il vero cuore di Napoli e dei napoletani. Artisti unici e inimitabili come Massimo Troisi, il grande Eduardo De Filippo, alla bellissima Sophia Loren, ecc,ecc, ecc....  Senza tralasciare la famosa maschera di Pulcinella che e' l'emblema della citta' di Napoli come lo e'la pizza, il Vesuvio  e il (mandolino). 
Napoli una citta' meravigliosa, ricca di storia, di luoghi in cui sembra essersi fermato il tempo, altri invece che si confondono con il presente ma che non tradiscono  le proprie origini. Vicoli in bianco e nero come vecchie cartoline, affascinanti e senza eguali. Un teatro che fa commuovere  fino alle lacrime e ridere fino a raggiungere l'anima. Spaccati di vite difficili ma dignitose, di quei napoletani che sono napoletani e che amano la propria città e …