Passa ai contenuti principali

Torta diplomatica

Torta diplomatica. 
La bellissima diplomatica, dal sapore antico e unico

Torta diplomatica (un po' anche scugnizza)

 Non so il perchè ma quando mangio questo dolce mi sembra di poter vedere una signora un po' aristocratica seduta al suo tavolino country chic che sorseggia un po' di rosolio e spezzetta con la punta delle dita  la fragrante sfoglia .Un po' di vento ed ecco che lo zucchero a velo vola leggero posandosi  sul tovagliolino di pizzo.
Ma io che sono anche un po' meno sognatrice e piu' godereccia.
 Mi piace da morire anche la zuppetta napoletana. Ed e' per questo che ho voluto vestire la bella diplomatica con panni piu' rustici, mantenendo pero' la sua grande classe

diplomatica
Vediamo ora come si fanno queste meraviglie

Ingredienti

Un rotolo di pasta sfoglia  gia' pronta fresca o surgelata  (molto meglio se fatta con le nostre manine  ma non siamo tutti pasticceri vero???? e spesso abbiamo poco tempo )
  •  400 g  di crema pasticciera 
  • 200 g  di panna fresca da montare
  • pan di spagna 
Per la bagna
  • 500 ml di acqua
  • 200 g di zucchero
  • 100 ml di rum, maraschino o altro liquore dolce (le quantità vanno un po' in base ai gusti)
  • 1 buccia di limone
Fate bollire l'acqua con lo zucchero e la buccia di limone per circa 20 minuti fino a ridurre una parte di acqua. Unite il rum allo sciroppo e fate raffreddare 
  Per eliminare il sentore forte dell'alcool che ad alcuni potrebbe risultare troppo forte, fate sobbollire ancora per qualche minuto la bagna, anche se secondo il mio modesto parere il gusto si sciupa e un po' cambia.  Preferisco magari ridurre la dose del liquore o utilizzarne uno meno forte.
 (Anche questo potete farlo il giorno prima )


Per la zuppetta 
  • Alchermes
  • amarene sciroppate

Procedimento
Per comodita' ma  anche per necessita' vi consiglio di fare il pan di spagna il giorno prima,
 cosi' intanto si riposa . Vi riporto alla mia di ricetta in versione casalinga. In pochi minuti otterrete una base soffice ma allo stesso tempo compatta.
Non me ne voglia chi disdegna il lievito in questo dolce ma vado per la semplicità estrema,
poichè desidero che tutti siano in grado di poterlo fare. Ricetta questa tramandata negli anni e super collaudata.
Per la ricetta clIccate QUI' 

pan di spagna
Una volta fatto lasciatelo raffreddare molto bene e poi copritelo con carta trasparente.
crema pasticcera

Preparate anche la crema. Questa ricetta credetemi e' fantastica. La faccio da tanti anni ed 
e' la mia preferita in assoluto, come consistenza e tessitura.
Per la ricetta cliccate QUI'
Fatela raffreddare   in un contenitore coperta da pellicola a contatto, cioè la carta trasparente deve appoggiarsi sulla crema, in modo tale da evitare la formazione della fatidica pellicina.
Per la sfoglia
Accendete il forno a 180°/200
Ho usato 2 parti di  pasta sfoglia surgelata  e poi scongelata in  forma rettangolare. della dimensione 30 per 25, ma voi potete scegliere anche un altro formato
Stendetele ulteriormente fino a renderle dello spessore di 3/ 4 mm  e bucherellate  o con i rembi di una forchetta o con il rullo buca sfoglia, in tutte le loro parti, in modo tale che non gonfino durante la cottura. Cospargete la parte superiore di zucchero semolato ed infornate per circa 15/20 minuti o fino a doratura.(temperatura e tempi dipendono dal vostro forno) Fatele poi raffreddare

Montate la panna  ben ferma e unitela delicatamente dal basso verso l'alto 400 g di crema pasticcera

Assemblaggio
Con un coltello cercate di fare le due sfoglie dell'identico perimetro e forma rettangolare,rifinendo i contorni. 

Appoggiate il fondo della pasta sfoglia  in un piatto o vassoio piano, ponendo verso l'alto il lato su cui avevate messo lo zucchero
(Vi ricordate? avevate  cosparso  uno strato di zucchero sulla sfoglia prima di cuocerla,  in modo tale da creare  una crosticina che rende la pasta impermeabile e non lascia passare l'umidità della crema )
Eliminate la crosta superiore del pan di spagna e tagliate delle fettine o una fetta intera grande quanto la sfoglia, dello spessore di circa 2 cm
Stendete con una spatola o coltello uno strato  generoso di crema diplomatica e sistematevi sopra il pan di spagna.Lasciate libero circa 3/4 mm di perimetro per evitare che la crema fuoriesca mentre si assembla il dolce 
Bagnate con lo sciroppo al rum (potete scegliere anche altro liquore dolce ) e stendetevi un secondo  strato di crema. Appoggiatevi sopra l'altra sfoglia con la parte zuccherata sulla crema e pigiatela delicatamente.Uniformate bene i lati se notate delle sbavature
  Ora ponetela per circa 15 minuti in frizer. coperta da carta trasparente (Questo passaggio vi aiutera' a tagliare meglio le parti laterali per poterle dare un aspetto più ordinato se e' necessario, ma e' facoltativo)..
Spolverizzate di zucchero a velo, mettete in frigo per un'ora circa e imbiancatela nuovamente prima di servirla.
Questo dolce potete faro in formato piu' piccolo sin dall'inizio o anche bello grande per tante persone per poi sporzionarlo. Nel secondo caso il mio consiglio e' di metterlo per circa 20 minuti in frizer. La crema rassodandosi non tenderà (a causa del taglio)  ad uscire dagli strati  e anche la sfoglia non si romperà e le porzioni saranno visivamente anche piu' belle e soprattutto più maneggevoli da servire. Riportate il dolce a temperatura ambiente prima di consumarlo

zuppetta

Ed ecco la diplomatica in versione  scugnizza ,cioe'  "LA ZUPPETTA NAPOLETANA"

               Stesso procedimento ma con l'aggiunta di bagna all' alchermes e amarene sciroppate 


zuppetta
con il pan di spagna al cacao











Commenti

  1. Questo dolce e steepitoso adoro i diplomatici e questo e ricco di gustosità

    RispondiElimina
  2. Grazie Vittoria.Si e' davvero ottimo. La torta diplomatica e' fantastica.
    Ho ancora una piccola difficolta' a chiamare questo dolce con un nome maschile
    Io che sono di origini partenopee l'ho sempre chiamata diplomatica anche se poi in realta' il dolce e' " diplomatico" nella versione "s"
    La zuppetta poi che e' molto simile non puo' mai mancare nelle pasticcerie di Napoli ..E come si fa a non amare anche lei

    RispondiElimina
  3. Un dolce che mi piace tantissimo ma che non ho mai fatto!! tu sei stat bravissima..bella torta e ben spiegata

    RispondiElimina
  4. Grazie Laura.Cerco di essere il piu' chiaro possibile.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Paccheri al forno con funghi e salsiccia

Paccheri al forno con funghi e salsiccia. La pasta al forno e' quella ricetta che spesso si fa la domenica,quando tutta la famiglia e amici si riuniscono.Ma non serve aspettare quel giorno per gustare questo fantastico piatto. Ricco, con il profumo inconfondibile dei porcini, gustosissimo, cremoso, grazie alla presenza della besciamella che abbraccia e unisce tutti gli ingredienti. Ma poi, la classica crosticina che solo a guardarla ti fa venire l'acquolina. Come si fa a resistere a tale goduria e' praticamente impossibile.. Bene ora pero' vediamo la ricetta
Paccheri al forno con funghi e salsiccia  Ho scelto come formato di pasta  dei buonissimi paccheri di  semola di grano duro, ma la ricetta non  e’ vincolante. A  voi la scelta tra i tanti tipi  di pasta corta esistenti. Ingredienti per 4 persone 300 g di paccheri350 g di salsicce400 g di shampignon puliti200 g di porcini (anche congelati)300 ml di besciamella  (anche gia’ pronta)Per fare la besciamella vi rimando alla…

Ciambella di zucca con noci e amaretti

Ciambella di zucca con noci e amaretti. 
L'autunno, con i suoi profumi, i suoi colori.. E' forse l'unica stagione che scandisce un po' i periodi. Gli alberi si spogliano e le strade si riempiono di foglie color oro e bronzo. ciambella di zucca con noci e amarettiLe giornate si accorciano e spesso il sole, lascia il posto alla pioggia. Per me l'autunno e' la stagione più romantica e d'ispirazione per creare piatti dai toni caldi e romantici. Ciambella di zucca con noci e amaretti Questa che vi propongo e' una ciambella di zucca che amo particolarmente. Forse perchè ho provato e riprovato a bilanciare tutti gli ingredienti per renderla mia, per far godere ad ogni morso, il gusto degli amaretti e della zucca, che si sposano magnificamente  alle noci e al profumo degli agrumi. Morbidissima anche per giorni, il colore interno e' quello del'autunno. Sfumature aranciate della zucca e del bronzo tipico delle noci e degli amaretti sbriciolati.             …

Zuppa di lenticchie nere beluga

Mai sentito parlare di queste  meravigliose lenticchie? Le nere beluga? Questo legume e' estremamente versatile e la sua caratteristica e’ quella di contenere  pochissimi grassi.

Queste lenticchie non hanno bisogno di riposo in acqua. Si cuociono in pochi minuti

e sono buonissime in insalata o come contorno.

Quella che vi propongo invece e’ una zuppa vegetariana, gustosa con poche calorie.

da consumare sia calda che fredda.

Per saperne di più delle nostre lenticchie nere beluga questo e’ l’indirizzo

La conoscenza dei vari prodotti rende la nostra alimentazione più varia e ricca.

I legumi in particolare sono preziosi per il nostro organismo e di varietà ve ne sono

a iosa. Una dieta bilanciata povera di grassi non solo ferma l’ago della bilancia,

ma fortifica l’organismo anche dei nostri figli.

Ingredienti per 4 persone
150 g di lenticchie nere4 cucchiai di olio evo1 spicchio di aglio a cui avrete tolto l’anima50 g di sedano50 g di cipolle50 g di carote4 pomodoriniprezzemolo…

Uova in purgatorio (ova ‘mpriatorio).. quasi in paradiso

Uova in purgatorio (ova ‘mpriatorio) Altro piatto napoletano povero,  dal gusto deciso e dalla semplicità unica, anche un po’ misterioso. Beh! diciamo che le uova ‘a zuppa’ o in purgatorio e’una ricetta antica, contadina, con una storia che sa di favola, leggenda,  legata alla grande cultura religiosa che e’ presente a Napoli. Uova in purgatorio (ova'mpriatorio)Fantasiosamente, possiamo vedere queste anime del purgatorio che vengono rappresentate dall’albume, che tentano di fuggire dal fuoco del purgatorio, rappresentato dal colore rosso del pomodoro. A Napoli tutto e’ poesia e anche un semplice piatto diventa un quadro. Pochi ingredienti per ricreare la storia di affreschi, raffiguranti il purgatorio presenti in molte cappelle. Questa ricetta pero’ e’ un po’ più ricca. Non solo vi e’ una spolverata di parmigiano, accoglie anche molto bene delle sottili fettine di provola affumicata, che io amo particolarmente. Fanno capolino anche l’origano e il pepe. Si insomma un purgatorio ch…

Il bartolaccio di Tredozio. "il Bartlàz "Tra tradizione e cultura

Il bartolaccio di Tredozio " Bartlàz "?  ma che cosa e'?Come alcuni sanno  vivo in Romagna, una regione che amo molto   .Spesso   mi sorprendo  quando faccio delle ricerche in merito all'arte culinaria e ai suoi luoghi .Mi rendo conto di quanto essa sia ricca di storia  Questo e'il caso di Tredozio .un paesino  immerso nel verde che si trova nell’alto Appennino Tosco-Romagnolo.Un borgo piccolo che racchiude una tradizione molto radicata  quella del bartolaccio in dialetto  "il Bartlàz "  ( 1^ e 2^ DOMENICA DI NOVEMBRE ) viene festeggiato appunto  "il Bartlàz " Questa sagra riunisce tutto il paese ed e' amata da molti.L'intento e' infatti di far conoscere sia il luogo,ricco di storia e posti da visitare . che questa antica e povera ricetta.  Il Bartolaccio è una  specialità solo di Tredozio ..da non confondere con il tortello  romagnolo. anche se possiamo considerarli per la loro  forma  a mezza luna quasi  cugini  : La sua sfoglia…

Spezzatino in umido con polenta bramata

Spezzatino in umido con polenta bramata
Eccomi qui' a mostrarvi un piatto che  amo tantissimo. Mi da la sensazione di caldo, di montagna. Beh ok il fascino della baita e della montagna, della neve ecc,ecc ma se lo spezzatino non e' buono, perche' e' stopposo, poco saporito ecc, ecc la magia sparisce. Ma quali sono i segreti di un ottimo spezzatino? 
Spezzatino in umido con polentaVoglio dirvi subito i miei punti di vista in merito prima di darvi la ricetta. Quando si tratta di un piatto simile non bisogna pensare alla dieta. La carne deve avere il suo bel grassettino, per evitare che durante la cottura diventi appunto  stopposa e non  vi è  cosa piu' spiacevole che dover masticare per diversi minuti il boccone prima di riuscire a ingoiarlo con un bel bicchierone di acqua. Un occhio in piu' anche per il vino. Deve essere bello corposo, con una ottima gradazione. Non utilizzate quello che si trova nei bric troppo economici che di vino hanno solo il nome.  Anche i…

Zuppa di fagioli, cannellini e borlotti

Zuppa di fagioli  cannelini e borlotti.  Beh con queste giornate fredde e’ l’idealeper riscaldarci. Ha quel profumo che subito riporta alle baite in montagna.Amo quell’atmosfera.Questa e’ la ricetta con i fagioli secchi  ma se non avete tempo potrete utilizzare anche quelli in barattolo. Scegliete in questo caso un prodottodi alta qualità. Io personalmente preferisco quelli in vetro. Ingredienti  per 4 persone 150 g di borlotti secchi o 1 barattolo di quelli confezionati 150 g di fagioli cannellini secchi o 2 barattoli di quelli confezionati 1 costina di sedano 2 cipolle piccole 1 carota 5 cucchiai di olio evo 4 pomodorini 1 spicchio di aglio- 1 foglia di salvia, un pezzetto di rosmarino origano-sale-pepe-peperoncino (facoltativo) brodo vegetali Parmigiano -pancetta a cubetti (facoltativo) pane abbrustolito                                  Procedimento
Ponete in ammollo i fagioli per circa 12 ore. Se utilizzate quelli in barattolo invecescolateli e sciacquateli. Quindi mettete quelli…

Piselli al prosciutto

Piselli fini al prosciutto.
La primavera continua  a regalarci frutta, ortaggi e verdure di ogni genere
Ingredienti ricchi di vitamine, sali minerali e  gustosi, forniscono tantissime idee per realizzare piatti unici e colorati. I piselli sono probabilmente quelli più acquistati e il loro utilizzo va dagli antipasti ai primi, come contorno o per arricchire piatti di pesce e carne.

Piselli fini al prosciutto Quando però non e' periodo ma voglio comunque realizzare un piatto la mia scelta ricade su quelli surgelati. Non amo i legumi in barattolo ma non li demonizzo, e compro solo quelli nei vasetti di vetro e di ottima qualità         Ingredienti  per 2 persone 
300 g di piselli fini4 cucchiai di olio evo1 cipolla media100 g di prosciutto cotto a dadinisale- pepe-prezzemolobrodo vegetale                                              ProcedimentoPonete in un tegame l'olio evo e la cipolla tritata finemente o a rondelle sottili se vi piace sentirne il gusto pieno. Lasciat…

Tagliolini al ragù di pesce

Tagliolini al ragù di pesce. Una gioia per gli occhi e per il palato .Gustosissimo ed eclettico, questo ragù  di pesce potrai utilizzarlo anche per fare un ottimo risotto o condirvi altri tipi di pasta. e perché no, anche una bella lasagna o dei crostini



Tagliolini al ragù di pesce 

                   ingredienti per 3 persone 250 g di tagliolini (peso indicativo)   Per il ragù
10 gamberoni rossi – 10 seppioline (misura media )20 cozze – 20 vongole150 g di filetti di GALLINELLA (puliti e spinati )250 g  code di rospo –  8 cucchiai di olio EVO1 spicchio di aglio – mezza cipolla piccolamezza costina di sedano1 carota piccola10 pomodorini pachino prezzemolomezzo bicchiere di vino bianco brodo di pescesale – pepe – peperoncino  Per il brodo di pesce o fumetto (facoltativo) Puoi utilizzare anche il brodo di pesce granulare o dadi, anche se e' meglio il fumetto Tutti gli scarti dei molluschi e dei crostacei che avrete ricavato della pulizia del pesce  (testa,carapace )1 costina…

Lasagna ai funghi e noci

Il piatto della domenica, che riunisce tutta la famiglia. La ricetta che scalda il cuore e anche le giornate
Amo la pasta al forno e la lasagna e' il top. Questa e' forse un po' diversa, un'alternativa a quella tradizionale bolognese a cui non so resistere...Ma credetemi anche questa ha un suo perchè e voglio proporvela. Poi mi direte

Ingredienti

4/6 persone

450 g  di pioppini
200 g di porcini freschi (o congelati a fette)
100 g di champignon
2 spicchi di aglio
4 cucchiai  di olio evo
100  g di pancetta  affumicata o spek
parmigiano grattugiato
1 tazzina di vino bianco
500 g di lasagne comprate fresche  o fatte in casa
1 lt di besciamella
prezzemolo
200 g di noci pelate.
Prezzemolo -sale-pepe Preparate la besciamella.



Vi lascio qui' l'indirizzo

Raddoppiate il peso degli ingredienti,.della ricetta della besciamella che trovate 

nel link 

Preparate la pasta all'uovo (oppure compratela. Ve ne sono alcune di ottime ma le cose fatte con le proprie mani non hanno prezzo) utilizza…